Sherlock Magazine Award 2013

Nella giornata dedicata a Sir Arthur Conan Doyle non possiamo non segnalarvi un bel premio letterario ispirato alla figura del leggendario detective scaturito dalla sua penna.

Il premio è bandito dall’Associazione Delos Books e dalla rivista Sherlock Magazine: trovate il regolamento completo a questo linkIl termine per inviare i racconti è fissato al 31 dicembre 2013…

… mancano ancora 223 giorni, mano alle penne!

Annunci

Apocrifi d’autore

Il personaggio di Sherlock Holmes, si sa, vanta innumerevoli – e talvolta disastrosi – tentativi di imitazione (sfogliate SherlockMagazine e date un’occhiata alla bibliografia dei soli apocrifi pubblicati in Italia!).

a study in terror pb covs

Quando l’apocrifo è d’autore, tuttavia, capita di imbattersi in vere e proprie pietre miliari della letteratura poliziesca: è il caso di Uno studio in nero (titolo originale A Study in Terror, 1966), romanzo che unisce il mito holmesiano al genio raffinatissimo di Ellery Queen.

Tutto ha inizio quando il celebre scrittore-detective riceve un anonimo pacchetto contenente un manoscritto ingiallito redatto da un certo dottor John H. Watson. Ellery è assillato da un contratto editoriale che lo obbliga a consegnare il suo nuovo romanzo il più in fretta possibile, ma la curiosità è più forte degli impegni lavorativi e, facendo i salti mortali, riesce a dedicare un po’ di tempo al manoscritto. Anche perché la storia che racconta rappresenta il sogno di ogni appassionato di mystery: ovvero le peripezie a cui va incontro l’immenso Holmes nel tentativo di dare un nome e un volto a Jack lo Squartatore! 

(dalla quarta di copertina Oscar Mondadori – Narrativa, 1987)

Spetterà proprio a Ellery concludere l’indagine iniziata dal suo illustre predecessore e smascherare una volta per tutte il criminale più famoso della storia.

Pubblicato nel 1966 e ammiccante sin dal titolo al capolavoro di Conan Doyle Uno studio in rosso (A Study in Scarlet – 1887), questo romanzo è un piccolo gioiello imperdibile per tutti gli appassionati del poliziesco d’autore, un raro e affascinante esempio della narrativa storica di Ellery Queen. 

Altro bellissimo apocrifo d’autore è senza alcun dubbio Sherlock Holmes contro Dracula (1978), di John H. Watson (oh sì, proprio lui!) e “a cura di” Loren D. Estleman. Nel 1980 Londra era la città più grande del mondo, ma non grande abbastanza per l’epico scontro tra i due personaggi più popolari della letteratura mondiale:

il principe dei detective e il Signore delle tenebre! 

Una curiosità:

il romanzo è dedicato “con gratitudine a Sir Arthur Conan Doyle, creatore delle storie di Sherlock Holmes, e a Bram Stoker, autore di Dracula, le cui menti fertili hanno dato vita ai due personaggi più longevi della narrativa mondiale“.